Pluto

riscrittura da Aristofane
regia e drammaturgia Marco Martinelli
assistenti regia Valeria Pollice e Gianni Vastarella
con collaborazione guide teatrali progetto “Sogno di Volare”
spazio e luci Vincent Longuemare
costumi Roberta Mattera
musiche Ambrogio Sparagna
musiche eseguite da Erasmo Treglia, Vincenzo Core, Antonio Matrone

con partecipazione degli alunni del Polo liceale “Ernesto Pascale” di Pompei, dell’Istituto Tecnico “E. Pantaleo” di Torre del Greco (NA), dell’Istituto Tecnico R. Elia di Castellammare di Stabia e Liceo G. De Chirico di Torre Annunziata

produzione Parco Archeologico di Pompei
in collaborazione Ravenna Festival, Teatro Mercadante – Teatro Stabile di Napoli


È l’ultima commedia delle undici che ci restano di Aristofane. Cremilo è ossessionato dalle ingiustizie che attraversano la sua Atene: perché le ricchezze vanno solo ai malfattori? Seguendo il responso dell’oracolo, segue la prima persona che incontra, un cieco: quel cieco è Pluto, il dio della ricchezza. Per forza i soldi van sempre ai delinquenti e ai corrotti: perché il dio non ci vede! Cremilo lo cura e gli restituisce la vista, un atto “rivoluzionario” che porterà abbondanza e serenità nelle case dei giusti. Il testo presenta numerose variazioni del comico, ma sempre si posa sulle contraddizioni violente della polis, dal rifiuto della guerra alla distribuzione delle ricchezze. E ancora una volta la mano sapiente di Martinelli sa “intonare” al testo arcaico le improvvisazioni vitali e scatenate di 80 adolescenti napoletani.


Prevendite da giovedì 29 febbraio
Informazioni biglietteria

Pluto

Ravenna Festival
Prosa
29 maggio 2024
ore 21:00
Teatro Alighieri
Posto unico numerato 15 Euro
Ridotto 12 Euro
Under 18 5 Euro