1 aprile 2020
11:21

La musica senza barriere riapre (virtualmente) il Teatro – parte 2

Una pillola di musica per aiutarci ad affrontare un momento difficile, fatto anche di solitudine e di un profondo bisogno di bellezza: è questo il dono dei musicisti dell’Orchestra Giovanile “Luigi Cherubini”, che per oltre un mese hanno condiviso ogni giorno – attraverso video girati nelle proprie case e pubblicati sulle piattaforme social e sul sito del Teatro Alighieri di Ravenna – la musica di autori quali Bach, Mozart, Vivaldi, Brahms.

Nel 2019 l’iniziativa La musica senza barriere, un regalo della Cherubini a Ravenna Festival in occasione della XXX edizione e alla Città che è residenza estiva dell’orchestra, aveva portato la musica a coloro che normalmente non possono assistere ai concerti, con appuntamenti in 15 luoghi della città e della provincia destinati al volontariato, alla cura e al recupero delle persone. Ora che l’emergenza legata all’epidemia da Coronavirus ha temporaneamente chiuso le porte di tutti i teatri e degli altri luoghi di spettacolo, i giovani della Cherubini hanno rinnovato il proprio impegno e sono tornati in prima linea, facendosi ambasciatori di cultura – e quindi anche di speranza – per un Paese intero che non intende smettere di fare e ascoltare musica.

I musicisti della Cherubini sono tutti sotto i 30 anni, provengono da ogni regione d’Italia e nel corso del loro triennio in orchestra, superate le rigorose selezioni, hanno l’opportunità di lavorare non solo con Riccardo Muti, che ha creato l’orchestra nel 2004, ma con direttori e solisti di calibro mondiale, all’interno di prestigiose rassegne e nuove produzioni. La musica come scelta etica, e non solo estetica, è uno dei principi su cui si fonda il loro lavoro in orchestra e lo spirito che è diventato forza motrice di un progetto rivolto a chi non può varcare la soglia di un teatro o di un auditorium; una condizione che al momento ci accomuna tutti e che, attraverso questa nuova fase dell’iniziativa La musica senza barriere, è diventata un momento di condivisione piuttosto che di separazione.

Segui la pagina Facebook del Teatro Alighieri!

Scopri tutti i video pubblicati a marzo


mercoledì 1 aprilePietro Sciutto con Intrada di Otto Ketting


giovedì 2 aprile: Stella Degli Esposti, i suoi coinquilini e il secondo movimento dal Concerto per viola di Hoffmeister


venerdì 3 aprileLeonardo Latona con il Concerto per fagotto n. 32 op. 26 di L. Milde


sabato 4 aprileIrene Barbieri con l’Allemanda dalla Seconda Partita di J. S. Bach


domenica 5 aprile: Anna Leonardi con Berceuse pour M. di Heinz Holliger


lunedì 6 aprile: Gaia Gaibazzi con l’Allemande dalla Suite n. 1 di Bach


martedì 7 aprile: Katia Moling alla viola con la Giga dalla Terza Suite di Bach (originale per violoncello)


mercoledì 8 aprile: Matilde Michelozzi al violoncello Les mots sont allés di Luciano Berio


giovedì 9 aprile: Francesco Sanarico con la giga dalla Terza suite di Bach


venerdì 10 aprile: Xavier Soriano Cambria con la Fripperie n. 1 di Lowell E. Show


sabato 11 aprile: Viola Brambilla sulle note di J. S.Bach, Bourrée Angloise, dalla partita per flauto solo in la minore.


domenica 12 aprile: Davide D’Agostino con Pan dalle Six Metamorphoses After Ovid di Benjamin Britten


lunedì 13 aprile: Marta Scrofani e Elisa Mori per il duetto Lakmé-Mallika, il “Duetto dei fiori”, di Léo Delibes


martedì 14 aprile: Gabriella Maria Marchese con Etude Caprice Op.18 n.3 di Wieniawski


mercoledì 15 aprileAlice Bianca Sodi con il Largo dalla Prima fantasia in si bemolle maggiore di Telemann

Postato in Featured, News