Il canto delle sirene – L’enigma della voce nella storia della musica occidentale
Suono, parola e significato nel canto del Novecento
Il secolo breve: la potenza della parola nei drammi di Berg e Šostakovič, la scissione tra suono e significato nelle opere di Berio e Stockhausen.

Perché si canta? E perché si ascolta il canto? A queste e molte altre domande sul mistero della voce risponde Guido Barbieri – musicologo, divulgatore, docente di Storia della Musica – in quattro conversazioni con cui si rinnova lo speciale ciclo di incontri che incrocia le rotte della Stagione del Teatro Alighieri. La riflessione unitaria e di grande respiro, che quest’anno ha il canto e le sue varie dimensioni per stella polare, attraversa secoli e paesaggi della musica occidentale, dalle forme sacre e profane del Medioevo ai generi vocali di Sei e Settecento, fino al teatro musicale dell’Ottocento e ai tanti volti del Novecento. Tutti gli appuntamenti de Il canto delle sirene sono a ingresso libero, in programma il sabato mattina, sempre alle 10.30, nella Sala Muratori della Biblioteca Classense.

Scopri gli altri tre appuntamenti:

  • Sabato 11 gennaio ore 10.30
    Il canto cristiano e il canto trobadorico
    Che cosa accade quando la preghiera e la poesia scoprono il potere incantatorio della voce. Hildegard von Bingen e Bertrand de Ventadorn.
  • Sabato 1 febbraio ore 10.30
    Canto, virtuosismo e retorica degli affetti nella letteratura per musica tra Sei e Settecento
    Il conflitto tra melos e phonè nei generi drammatici della cantata, dell’opera e dell’oratorio: Carissimi, Stradella, Pergolesi, Händel.
  • Sabato 22 febbraio ore 10.30
    La poesia per musica nel canto della generazione romantica
    Le forme del pianto, dell’odio e della passione nel teatro musicale dell’Ottocento: Bellini, Donizetti, Verdi, Wagner. Il “caso” del Lied tedesco.

Info. 0544 249244 – Ingresso libero

Il canto delle sirene
Suono, parola e significato nel Novecento

Stagione d’Opera e Danza
Altri eventi, Opera
7 marzo 2020
ore 10:30
Biblioteca Classense
Ingresso libero