Teatro Alighieri 2017-2018

Logo stampa
 
 

Stagioni convenzionate col Comune di Ravenna

 
Sei in: » News
Condividi su Facebook
Invia ad un amico
Stampa questa pagina
 
Invia ad un amico questa pagina
* Campi obbligatori
:
:
:
:
:
 
 

Ravenna Festival 2017: Trilogia d'Autunno


Cavalleria rusticana, Pagliacci e Tosca

Dal 17 al 23 novembre tre opere si susseguono una sera dopo l’altra sul palcoscenico dell’Alighieri, per un vero e proprio tour de force lirico di titoli “sull’orlo del Novecento”: Cavalleria rusticana (17 e 21 novembre, alle 20.30), Pagliacci (18 e 22 novembre, alle 20.30), Tosca (19 novembre alle 15.30 e 23 novembre alle 20.30). Tutte composte nell’arco dell’ultimo decennio del XIX secolo, le tre opere risentono degli influssi delle sensibilità che percorrevano al tempo l’Europa, finendo per incarnare le nuove istanze di adesione al reale, di cui dare fedele rappresentazione anche nei suoi aspetti più materiali e crudi. 

Ancora una volta il Festival sfodera risorse capaci di trasformare il teatro in un’instancabile macchina produttiva, facendo dello spazio scenico una claustrofobica scatola dell’angoscia, che si apre e si chiude sul gesto tragico che attraversa questo capolavori: la morte in duello, il suicidio, l’omicidio…Visionarie proiezioni per la travolgente passione di “Cavalleria rusticana”, schegge di luce taglienti e micidiali per “Pagliacci”, ancora luci e proiezioni per la Roma chiusa e soffocante di “Tosca”. 
Il progetto ha in Cristina Mazzavillani Muti la mente ispiratrice che, a capo del suo affiatato staff, curerà la regia, l’ideazione scenica e l’impaginazione dell’intera operazione. A dirigere i tre titoli è stato chiamato Vladimir Ovodok, uno dei primi allievi dell’Italian Opera Academy di Riccardo Muti, alla guida dell’Orchestra Giovanile Luigi Cherubini e del Coro del Teatro Municipale di Piacenza istruito da Corrado Casati. 

Con queste tre nuove produzioni si rinnova l’ormai tradizionale e apprezzato impegno del Festival nei mesi autunnali, a cui la manifestazione si è estesa ormai da qualche anno, fuoriuscendo dai propri tradizionali confini estivi con la felice invenzione della “Trilogia d’Autunno”. Dal 2012, l’ambiziosa formula che alterna tre titoli sullo stesso palcoscenico sera dopo sera ha portato al Teatro Alighieri gli amatissimi capolavori “popolari" di Giuseppe Verdi (RigolettoIl TrovatoreLa Traviata) e quelli “shakespeariani” nel 2013 per il bicentenario della nascita del compositore di Busseto (MacbethOtelloFalstaff); nel 2014 la Trilogia ha offerto l’occasione di ammirare il Balletto del Teatro Mariinskij di San Pietroburgo (Il lago dei cigniGiselleTrittico ’900); nel 2015 è stato protagonista l’omaggio a Giacomo Puccini e al suo capolavoro più amato, La Bohème, mentre nel 2016 l’Alighieri ha accolto una trilogia di operette “lungo il Danubio” arrivate dai principali teatri ungheresi (La Contessa Maritza di Emmerich Kálmán, Il pipistrello di Johann Strauss e La vedova allegra di Franz Lehár). 

Fino al 16 settembre prevendita carnet trilogia riservata agli abbonati di Ravenna Festival 2017
Dal 18 settembre prevendita biglietti per i singoli spettacoli
Info: 0544 249244 – tickets@ravennafestival.org